sagashiftyblow

La spada della verita’

Cafoneria Divertimento
★★★☆☆ ★★★☆☆
Titolo originale: La spada della verità
Regia: Sam Raimi
Cast:

  • Craig Horner: Richard Cypher
  • Bridget Regan: Kahlan Amnell
  • Bruce Spence: Zeddicus Zu’l Zorander
  • Tabrett Bethell: Cara Mason
  • Craig Parker: Darken Rahl
Numero stagioni: 2
Stato: Cancellata
Nazionalità: America
Anno: 2008-2010
Frase della serie: “C’è solo una cosa al mondo che può aiutarci!”
Trama:
Nel seguito si invitano gli utenti a partecipare a un simpatico gioco: contare quante volte viene detto “l’unico” o “il più potente”!

Tratta da un ciclo di romanzi fantasy di Terry Gookind, questa serie segue la storia di Richard Cypher, povero guardaboschi, che viene coinvolto dalla più potente (spoilerino: diventerà in un certo senso l’unica) delle sacerdotesse, Kahlan Amnell, e dal più potente dei maghi, Zeddicus Zu’l Zorander, in una lunga e estenuante cerca volta a salvare il mondo dal più potente mago malvagio, Darken Rahl.

Kahlan ha il potere della Confessione: è in grado di vincolare, in modo definitivo, gli uomini a lei, in un legame che sta a metà tra l’amore più profondo e la schiavitù mentale. Questo gli concede di perseguire lo scopo suo e delle accolite del suo stesso ordine di sacerdotesse, cioè trovare la verità.Zedd, bhe… spara palle di fuoco, che sono ottime in qualsiasi universo fantasy!

Richard si trova bene presto trasformato da semplice tagliaboschi al più potente e, ovviamente, unico Cercatore della Verità, il detentore dell’unica magica Spada della Verità destinato (più e più volte) a salvare il mondo.

Considerazioni:
La serie, a mio parere, è fatta relativamente bene per essere una serie fantasy senza pretese, perlomeno a livello tecnico. Il problema vero sta nella storia, che non so dirvi quando si discosti dall’originale poichè non ho ancora potuto leggere nessuno degli 11 libri della saga.

In generale, non è male, ma concentriamoci sugli aspetti cafo…

Sembra di fare ogni puntata un tuffo negli anni ottanta di Yattaman, per chi conosce questo fantastico (ma carente di trama) cartone giapponese. Ogni episodio (o gruppo di episodi) segue lo stesso identico scheletro di trama, non molto differente dal minaccia-botte-sconfitta dei buoni-robot sorpresa della settimana-vittoria dei buoni- yattapaaanda!king!! dello Yattaman di cui sopra. I nostri eroi, potentissimi e unici nel loro genere, si trovano a dover affrontare un pericolo/nemico/artefatto unico nel suo genere e la cui sconfitta si può ottenere solo e soltanto con quell’unico artefatto/oggetto magico/conoscenza che è andato perduto negli eoni e di cui nessuno ha più notizia da un tempo immemorabile. Potete tranquillamente far partire il cronometro del vostro forno elettrico: prima che sia pronto il ciambellone, l’unico-introvabile-esoterico oggetto di cui necessitano sarà stato localizzato e forse addirittura già trovato.
Ordunque… o nel loro specifico mondo ci sono solo avventurieri/maghi/sacerdoti/vattelapesca veramente (ma veramente!) distratti, al punto che per fare diventare un barattolo di simmenthal un oggetto mistico e introvabile basta nasconderlo sotto il proprio materasso, oppure c’è qualcosa di fondo che non va nella storia.
Dopo la quarta-quinta volta che Zedd alza il ditino indice dicendo “C’è un solo modo per *aggiungi situazione pericolosa da affrontare*” la situazione comincia a essere pressochè esilarante.
Un’abile variante di ciò è quello che succede ogni volta che i personaggi parlano di qualcosa di impossibile. Se qualcuno ha parlato di qualcosa di unico, mai successo nell’intera storia del mondo, e che mai (e poi mai! giurin giurello, incrociamo i mignoli!) potrà accadere… mettetevi comodi, è solo per avvertirvi che succederà entro un paio di puntate.Vi dirò. Nonostante questo, la serie è godibile, ma non più di una puntata dello Yattaman, di cui sopra. Se non ti aspetti molto di più di una puntata di Hercules o di Xena, puoi persino godertelo. Un modo come un altro per buttare 42 minuti di vita ogni tanto, ma da cancellare dall’hard disk dopo la prima visione. Se l’hai visto una volta non lo farai mai più.
La serie è stata barbaramente cancellata dopo la seconda stagione. Ci uniamo con le migliori speranze ai vari gruppi come questo (http://www.saveourseeker.com/) che chiedono a gran voce una terza stagione, e intanto passiamo il tempo con Game Of Thrones.

Ps: Sam Raimi, che mi combini??

 

“Consigliato a chi possiede l’unico artefatto al mondo che può aiutarci! “

Trailer:

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter

Un Commento a “La spada della verita’”

  • ahahah :)! Hai proprio ragione..
    Volevo solo sottolineare quanto possa far arrabbiare chi invece si è dedicato prima alla lettura dei libri.
    Questa saga fantasy-drammatica è scritta in modo molto coinvolgente, e dopo il primo libro ho sentito l’irrefrenabile necessità di leggere tutti i seguiti, peccato per gli errori di sintassi in alcuni punti dettati da un traduttore frenetico e poco attento ma facilmente ignorabili in quanto di piccola entità.
    Un bel giorno di febbre sono rimasta costretta sul mio bel divano, e facendo un po’ di zapping sono incappata in questa serie televisiva… dopo i primi attimi l’entusiasmo è presto scemato, non sò se sia una limitazione dovuta al budget limitato oppure al regista, ma il risultato è davvero noioso e pessimo come lo hai descritto!!!

Lascia un Commento

Vita Persa

Giorni Ore Minuti
6 1 29

CafoFan

Amici

Meta