Archivio di giugno 2013

cater

Il Re scorpione 3 – La battaglia finale

 

Il Re scorpione 3

Cafoneria Divertimento
★★★★☆ ★★☆☆☆
Titolo originale:The Scorpion King 3: Battle for Redemption
Regia: Roel Reine
Cast: Victor Webster, Bostin Christopher, Temuera Morrison, Krystal Vee, Selina Lo, Kevin ‘Kimbo Slice’ Ferguson, Dave Batista, Billy Zane, Ron Perlman, Damian Mavis.
Durata: 104 min
Nazionalità: Usa
Anno: 2012
Frase del film: “Mai pisciare in testa a un ninja”

 

Trama:
Terzo capitolo della saga dedicata al Re scorpione dove Mathayus, in veste di mercenario al servizio del miglior offerente, dopo aver perso moglie, regno e dignità, viene assoldato dal Re Horus (Perlman.. sempre peggio amico mio) per fermare l’esercito di Re Talus (Billy Zinna nella sua solita performance). Tra botte, botte, ninja, grandi guerrieri risvegliati e altre botte il film proseguirà verso un finale scontato.

 

Considerazioni:
Se già il primo film, nato come spin off del secondo film de La mummia, con The Rock a interpretare Mathayus, non fosse un film da cui si potesse pretendere chissà cosa, e il secondo lo fosse ancora meno, con questo viene definitivamente raschiato il fondo con Mathayus (Victor Webster) diventato una specie di Khal Drogo d’Egitto trapiantato nella giungla, accompagnato da una sorta di Little John dedito al rutto libero e alle frasi ad effetto della serie ” chi ti ha pisciato nell’ otre?” ” potremmo tentare la tattica del gorilla…un gorilla è meglio di 50 scimpanzè” e“io puzzo di maschio”.
Completamente anacronistico, con salti di palo in frasca in ambientazioni e scenografie, costumi e regia, per cercare di non sfigurare nei confronti di altri cafolavori non ci fa mancare nè la consueta presenza dei ninja, ormai destinati ad essere elemento cafo d.o.c.g., nè quella di un wresler consumato, the Rock avrà anche detto di no ma Batista non si è certo fatto mancare l’occasione per finire nella nostra “Hall of Infame”.Insomma sto film è una vera cacata, non si capisce chi siano i cattivi e chi i buoni, dato che Billy come al solito fa il cattivo ma gli riesce solo di risultare un coglionazzo che nonostante sia riuscito a evocare i più grandi guerrieri del mondo (in teoria le mummie del Libro dei Morti)si ritrova con una strappona bionda che perderà ovviamente con la strappona ninja (Figlia del re e capo dei Cobra), Batista che le prende contro Litte John detto “il pessimo” e il negrone con la mazza infuocata che non può che soccombere alla spiccata intelligenza di Mathayus.

Nel mischione totale quindi ci ritroveremo con una trasformazione da mercenario a re delle indie e con Perlaman e i romani inchiappettati che però se ne vanno via con una cassa di soldi e al di qua dello schermo due uomini che commenteranno così “ma vaffanculo abbiamo smesso di giocare a Neverwinter pè sta cacata”.

 

“Consigliato ai seguaci della filosofia del “prima subire poi colpire” “

Trailer:

cater

Fido

 

Fido

Cafoneria Divertimento
★★☆☆☆ ★★★★☆

 

Titolo originale: Fido
Regia: Andrew Currie
Cast: Carrie-Anne Moss, Billy Connolly, Dylan Baker, K’Sun Ray, Henry Czerny
Durata:93 min
Nazionalità: Canada
Anno: 2006
Frase del film: “I vecchi non sono affidabili, ci hanno dato problemi in tempo di guerra”

 

Trama:
Stati Uniti degli anni ’50, una misteriosa nube tossica fa resuscitare i morti trasformandoli in zombie. La Zomcon riesce però a costruire un collare capace di controllare gli zombie rendendoli docili e premettendo così di sfruttarli come domestici e operai.
La famiglia Robinson decide di comprarne uno che viene presto battezzato Fido.

 

Considerazioni:
Film volutamente cafo e autoironico se avete un paio d’ore libere e non sapete come occuparle vedetevelo perchè merita.

Piacevole sin dall’inizio con il “documentario d’epoca” in cui viene raccontata la battaglia dell’umanità contro le legioni dei non morti,e di come le famiglie adesso si possano sentire al sicuro nelle aree bonificate e grazie alla Zomcon possano controllare gli zombie con un collare telecomandato, ma se la luce si spenge……

Proseguendo la storia risulta sempre simpatica, inserita in un’ambientazione anni ’50 riprodotta benissimo sia a livello di costumi e sceneggiatura che di tematiche sociali, ma sono le scene e i dialoghi al limite dell’assurdo che rendono il film da vedere. Ad esempio (non volendo però spoilerare troppo) le ore di educazione fisica dei bambini a scuola; l’ossessione del padre di Timmy per i funerali; frasi della serie:- “taglierei a metà la mia metà se potessi”;- ” ..sappiamo cosa successe quando gli zombie ammazzarono quei babbi natale“;- “..tieni è una rivoltella, so che non dovresti averne una prima dei 12 anni..”.Insomma un film fatto bene, anche nella parte horror, gli zombie non sono male, anche se nonostante tutto non riesci a vederli come i “cattivi della situazione”.

 

“Consigliato a chi desidera uno Zombie da compagnia”

Trailer:

Vita Persa

Giorni Ore Minuti
6 1 29

CafoFan

Amici

Meta