Archivio di ottobre 2013

elfflames

Elysium

elysium-firstposter-full2

Cafoneria Divertimento
★★★☆☆ ★★☆☆☆

 

Titolo originale: Elysium
Regia: Neill Blomkamp
Cast: Matt Damon, Jodie Foster, Alice Braga, Sharlto Copley, William Fichtner
Durata: 109 minuti
Nazionalità: USA
Anno: 2013
Frase del film: “Ha la pelle che cade? Fatelo scendere dal lettino, non voglio sostituire le lenzuola.”
Trama:
2154 la popolazione mondiale vive vite parallele, la maggioranza povera vive su una terra degradata e sovraffollata dove caos e anarchia regnano sovrani, l’elite ricca vive invece su una stazione spaziale in orbita chiamata Elysium, dove ordine, natura e lusso la fanno da padrona. Max Da Costa (Matt Damon) sin da piccolo ha il desiderio di vivere su Elysium, cresce però come orfano e vive di espedienti non sempre legali, fino a quando non mette la testa apposto trovando lavoro come assemblatore di robot per conto di una ditta che li fornisce come polizia automatizzata al governo.
Ma un brutto incidente e le vicissitudini della vita portano Max ad affrontare un pericoloso e difficile viaggio per riuscire ad raggiungere Elysium, ci riuscirà?
Considerazioni:
Che dire… Elysium… bho… da Neill Blomkamp mi sarei aspettato di più, dopo il buon District 9 (che mi è piaciuto) ci propina sto film che cerca di riportare il tema sociale in primo piano, questa volta però secondo me non facendo centro.
Ho il sentore che la casa produttrice ci ha messo lo zampino rendendo il film un blockbuster e nulla più. Infatti la pellicola è stra ricca di incongruenze e punti bui e non bastano i soliti effetti speciali a tirare su un film che rimane lacunoso. Mi spiego meglio (probabili spoiler) diciamo che il film gira tutto intorno a Max, il protagonista, che vuole andare su Elysium perchè li esistono delle specie di cabine/celle che curano quasi tutti i mali che affliggono l’umanità, tipo leucemie, paralisi ecc. Max infatti, durante una giornata di lavoro in fabrica, è stato esposto per sbaglio a radiazioni nocive che gli lasciano solamente pochi giorni di vita, quindi cerca in ogni modo di trovare un passaggio illegale su navette di fortuna per emigrare su Elysium e curarsi.
Per ‘scroccare’ questo passaggio Max si rivolge ad un certo “Spider”, praticamente uno scafista spaziale, che organizza viaggi della speranza con navette di fortuna verso Elysium.
Spider, per concedere il passaggio per elysium a Max, chiede di fare una missione per lui, rubare dal cervello del presidente della ditta che costruisce robot e armamenti statali, John Carlyle, delle informazioni su fondi di denaro, per fare questo munisce Max di un esoscheletro che lo rende particolarmente forte. Il Piano sembra perfetto peccato che nel cervello di Carlyle, oltre alle informazioni sui fondi, ci sia anche il metodo per ‘riavviare‘ Elysium ed effettuare un colpo di stato…

Ora direte “ma sta cosa è assurda!!” ed infatti lo è! Cioè basta che qualcuno riesca a riavviare 4 computer in croce per cambiare presidente e ridistribuire il potere a piacimento??? Bella sicurezza!! Altra cosa assurda del film è che Carlyle “protegge” le informazioni nel suo cervello con una specie di “livello di sicurezza mortale” tipo “mi rubi le informazioni? Io e te moriamo e le informazioni vanno perse” invece no, il regista ci dice altro… praticamente in un caso non succede nulla (passaggio delle informazioni da Carlyle a Max), mentre nel secondo caso (il finale) il portatore muore ma le informazioni vengono estrapolate ugualmente… bha assurdo!

Altra cosa strana è che da quello che ci viene mostrato sullo schermo, sembrerebbe che i poveracci che stanno sulla terra vogliano andare su Elysium solamente per curarsi, a loro volta i ricchi di Elysium non vogliono immigrati dalla terra infatti abbattono le navette con dei simpatici razzi, ma allora perchè non mandano ste benedette celle curative sulla terra così si levano il problema di torno? Bho… Potrei continuare dato che di incongruenze ce ne sono a bizzeffe ma mi fermo qui e passo agli altri aspetti del film.

Gli effetti speciali come detto prima sono ben fatti, gli attori fanno la loro parte anche se Mat Damon come al solito è un po anonimo, prova invece convincente di Sharlto Copley che interpreta C.M. Kruger un agente mercenario, veramente un personaggio senza scrupoli e in alcuni momenti fastidioso per la sua crudeltà. Jodie Foster invece interpreta una specie di ministro della difesa che vuole la presidenza, ma non mi convince, troppo stereotipato e un po’ sotto le righe.

L’aspetto che mi è piaciuto del film è la parte cyberpunk, ci sono un sacco di riferimenti a questa letteratura, tipo esoscheletri armi modificate ed integrazione tra uomo e macchina, purtroppo però l’ambientazione non e proprio prettamente cyber, mancano la cupezza e il degrado che qui risulta marginale.

Detto questo la pellicola è insufficente, buona solo ad una visione in compagnia senza farsi troppe domande.

 

“Consigliato a chi vuole emigrare dall’italia”

Trailer:

Vita Persa

Giorni Ore Minuti
6 1 29

CafoFan

Amici

Meta