Archivio di gennaio 2015

elfflames

Highwaymen, I banditi della strada

Highwaymen

Cafoneria Divertimento
★★★½☆ ★☆☆☆☆

 

Titolo originale: Highwaymen
Regia: Robert Harmon
Cast: James Caviezel, Rhona Mitra, Colm Feore, Frankie Faison
Durata: 80 min
Nazionalità: Canada
Anno: 2003
Frase del film: “Siamo venuti qui per salvare una persona, non per commettere un omicidio!”
Trama:
Sulle isolate e spoglie autostrade americane si aggira un assassino psicopatico a bordo di una vecchia cadillac seminando incidenti e morti stradali.
Rennie Cray (James Caviezel) a bordo di una barracuda del 68 è il giustiziere che lo insegue cercando di fermarlo e contemporaneamente vendicare la moglie caduta vittima del pazzo pilota.
Considerazioni:
highwaymen-1Film low budget con attori emergenti di secondo piano vedi Jim Caviezel (Outlander e la serie tv “Person of Interest”) e Rhona Mitra (“Doomsday – Il giorno del giudizio” e “Underworld – La ribellione dei Lycans”).
L’idea non è male, incentrare tutto il film come se le vere protagoniste fossero le automobili, una Cadillac del 72 e una Barracuda Super- Stock del 68, e non gli esseri umani che vengono relegati a comprimari, è una scelta interessate. Il regista Robert Harmon infatti è lo stesso di “The Hitcher – La lunga strada della paura” film basato fortemente sul tema automobilistico.Fin qui sembrerebbe tutto bello, ed invece no, la storia è abbastanza forzata ed il ritmo, nonostante i soli 80 minuti di durata, è abbastanza lento, si cerca di dare spessore ai personaggi “umani” raccontando qualcosa delle loro vite ma è tutto piuttosto piatto.

highwaymen-3Peccato perché l’inizio del film con Cray che cerca le tracce dello psicopatico in giro per le desolate strade americane ha un retrogusto MadMaxiano, i ritrovamenti di protesi umane all’interno di un pagliaio stuzzicano la fantasia, fantasia che però viene subito messa a nanna quando l’ambiente dove si svolge la storia diventa urbano.
Relegando gli inseguimenti in un “recinto” abitato non può non far esclamare “ma con tutto il casino che fanno nessuno si accorge di nulla?” infatti macchine volanti, surf su sportelli ed esplosioni non disturbano la quiete pubblica.

 

 

highwaymen-5Forse proprio per giustificare questa assenza di forze dell’ordine ci viene presentato Will Macklin (Frankie Faison), praticamente l’equivalente da noi di un agente della polizia stradale, che come fosse un detective cerca di capire cosa sta succedendo, peccato che la sua presenza risulta superflua! Anzi nel finale riesce a cambiare idea in pochi secondi passando da pacifico impiegato da scrivania che come a suo dire “non sa neanche cosa sia una pistola” a vendicatore spietato… questo “turn face” è paragonabile a quello dei nostri politici che riescono a cambiare partito in base alla corrente che tira, l’unico vantaggio che porta questo personaggio è strappare qualche risata non tanto per la sua comicità ma per la sua stupidità.

highwaymen-4

Ci sono anche dei buchi di sceneggiatura abbastanza percepibili tipo ci viene detto che di Barracuda Super-Stock ce ne sono tipo 35 in tutta america ok io non sono un meccanico e magari mi sbaglio ma quante possibilità ci sono di trovare un radiatore ed uno sportello all’interno di uno sfascio? Bhe il nostro protagonista ci riesce.
L’altro buco riguarda la “mobilità” dell’antagonista per non fare spoiler non dico nulla, però le scelte fatte su di lui sono abbastanza irreali e discutibili.

Bhe occasione mancata per vedere un buon thriller on the road.

Ultimissima cosa, complimenti a chi in italia ha distribuito questo film rinominandolo highwaymen, i banditi della strada cosa c…o centra nel film “i banditi della strada” solita storia, o mettono nomi casuali per attirare il pubblico oppure cambiano il titolo per far capire di cosa tratta il film, come se il pubblico fosse ritardato… a questo punto chiamalo Banditi traduzione letterale di highwaymen… bha

 

“Consigliato a chi piace passare ore ed ore sul G.R.A. (Ndr: Anello autostradale romano)”

Trailer:

Vita Persa

Giorni Ore Minuti
6 1 29

CafoFan

Amici

Meta