Cafoserie

Matt

The Wedding Impact – I Cafoautori

Cafoneria Divertimento
☆☆☆☆☆ ★★★★★

 

Titolo originale: Il Cafolavoro dei Cafoautori
Regia: Elfflames e Cater
Cast: Elfflames, Cater, Saga Shiftyblow, Nomadion, Matt
Durata: 6 min
Nazionalità: Italia
Anno: 2015
Frase del film: “Mi hanno fatto sposare senza calze”

 

Trama:
Elfflames e Cater si sposano e tutto non può che scatenare la festa!
Considerazioni:
La pellicola di per se non è un vero e proprio “cafolavoro”, ma non per questo dobbiamo escluderla tra i recensiti … anzi!Tutto comincia la mattina, all’alba di questo mese di aprile: sposi, testimoni, parentado ed amici fuori sede, si svegliano per iniziare quella che sarà una maratona di 12 ore di festeggiamenti.Da come si può facilmente evincere dalla trama, si tratta di un matrimonio e quindi ci si aspetta che tutto sia “sole, cuore, amore” condito con quella sdolcinatezza a fiumi che mettono a rischio la vita di ogni diabetico in sala.

Di fatto gli elementi c’erano tutti:

Sole. Quasi estivo, azzarderei a dire, ha fatto sudare ogni invitato di sesso maschile vestito di tutto punto con giacca, camicia e cravatta – d’altra parte si trattava pur sempre di un matrimonio – le donne, più fortunate con il mix vestitino e giacchetta, erano più libere di godersi la giornata di piacevole caldo. Baciato dalla fortuna, lo sfigatello di turno che, dando ascolto alle voci di corridoio che vendevano il ricevimento come “alternativo”, è stato il solo a presentarsi in jeans e maglietta … l’unico lato positivo di esser evidentemente vestito male rispetto agli altri è che non ha patito troppo il caldo, anzi, se l’è proprio goduto!

PlayboyCuore. Presentissimo! Ogni singolo partecipante ha vissuto con empatia la cerimonia, l’aperitivo ed iPamelal pranzo, con tanto di quattro salti – e non di quelli in padella – tra giovani e meno giovani scatenati ma senza scadere nel ridicolo … l’attimo “trenino” c’è stato ma è durato poco, il giusto e l’onesto, senza scadere nel “per favore sopprimetemi”!

Amore. Già quello c’era! Non si trattava di certo di un matrimonio tra la coniglietta di “Playboy” e il ricco proprietario terriero ultraottantenne.

La sposa, diciamo, seppur avvenente senza dubbio, non possiamo descriverla come una giunonica Vittoria Silvstedt od una sportiva Pamela Anderson che corre per ore a rallenty (ha giocato a pallavolo nella sua gioventù ma … ecco … niente di più!).

Lo sposo ammettiamolo, non è vecchio, ma neanche più così giovane, non è un morto di fame ma fra lui e Donald Trump ce ne corre! Quindi indexscordiamoci la favola da Pretty Woman, Un amore sotto l’Albero, Un amore a 5 stelle, Alladin, La Sirenetta e Cenerentola!

Sorvoliamo sugli attori comprimari di questa pellicola … ognuno sembra stato creato per dare colore alle scene! Anzi no … su qualcuno possiamo spendere due parole:

– la sorella maggiore della sposa, non contenta dei suoi 190cm di altezza ha calzato due trampoli per tutta la giornata portandola al record mondale di oltre due metri di ragazza … giusto perTessa non far nascere complessi di  inferiorità su tutti gli altri;

– la sorella minore della sposa invece, proprio l’opposto, vince la gara per il cambio scarpe più repentino della storia anche se, è proprio il caso di dirlo, come indossava lei il tacco 12 nessuno mai lo indosserà;

 

 

– la testimone della sposa ha puntato sulla sobrietà: Woman in redvestita di rosso neanche la protagonista del film di Gene Wider, indossava su delle scarpe che passavano inosservate con tanto diBelen farfalla sul calcagno … non sappiamo ancora se questo simbolo esprimesse il desiderio di libertà, la speranza nella primavera, od un richiamo al più noto coleottero di Belen.

Attimi di panico corale non sono mancati nella trama: il buffet – per antipasto e dolce, ma soprattutto il primo – è riuscito a scatenare l’inferno! Gli invitati si strattonavano, si tiravano i capelli, cercavano di eliminare la concorrenza affogandosi l’un l’altro nella mozzarella di bufala o punzecchiandosi con le verdure fritte! L’arma che ha colpito i più, piacevolmente al fegato, è stata la bomba di parmigiano fritto che induceva anche un po’ alla dipendenza!

Vincitrice su ogni presente è stata l’ottuagenaria che pur di accaparrarsi un pomodorino in più non ha risparmiato gomitate e calci negli stinchi! E’ stata il Bruce Willis della situazione!Bruce Willis

Dulcis in fundo il momento “complotto internazionale”: mentre alcuni tramavano per infilzare il fatidico bouquet tra le costole della sorella maggiore della sposa, in modo che fosse condannata a sposarsi, la testimone in rosso, tra un brindisi ed un sorriso spumeggiante, ha sedato la concorrenza aggiudicandosi il mazzo di fiori dall’apotropaico potere … nessuno ne ha le prove, l’indagine sarà lasciata come motivo principale nel secondo capitolo della saga. Wedding2

Vorrei parlare della “sdolcinatezza” di questa pellicola … ma ai titoli di coda ancora niente! E’ la grande assente! Si d’accordo baci su baci, che lo sposo non ha perso tempo a dare ad ogni richiesta del gentile pubblico, qualche lacrimuccia di commozione ma niente di più!

Con una cerimonia durata 6 minuti netti e tanto di sposa che esclama “Via, s’è finito, si può andare?”, mutande leopardate indossate con classe sopra i pantaloni dallo sposo, il tentativo di entrambi di ballare “siamo i Watussi” … diciamo che la parola “sdolcinato” non può essere applicato a questo film!

In conclusione: la pellicola non sarà un cafolavoro, ma non capita tutti i giorni che i due co-autori di questo blog si sposino! Pertanto:

CONGRATULAZIONI CAFOSPOSINI!

 

 

“Consigliato a chi vuol divertirsi in ogni momento”

Trailer:

cater

Nymphs

nymphs

Titolo originale: Nymfit
Ideatore: Miikko Oikkonen
Cast: Sara Soulié, Manuela Bosco, Rebecca Viitala, Jarkko Niemi, Ilkka Villi, Malla Malmivaara, Pelle Heikkilä
Numero stagioni:1
Stato: In corso Stagione 2
Nazionalità: Finlandia
Anno: 2013
Frase della serie: “Alla prossima luna piena feconderò il tuo utero”

 

Trama:
Le ninfe sono tra noi e ad ogni luna piena devono accoppiarsi col primo che passa per non morire, se è un satiro nessun problema, se è un umano c’è una forte probabilità che sia l’ultima ####### della sua vita. Protagonista è Didi una ragazza che non sapendo di essere una ninfa alla prima ####### uccide il fidanzato e rimane un attimo scossa, a soccorrerla arrivano due tizie, le ninfe Nadia e Kati, che le dicono che la proteggeranno loro, che è la ninfa della leggenda perchè ha il tatuaggio del nodo che le libererà dalla schiavitù,

che a ogni luna piena dovrà trovare uno da immolare per la sua sopravvivenza. Nel mentre polizia e satiri si mettono alla ricerca di Didi, i primi per arrestarla, i secondi per catturarla per poi ucciderla alcuni e fecondarla altri. In un susseguirsi di assurdità trova largo spazio l’amore impossibile tra Didi e l’amico d’infanzia Samuel (che poi si scoprirà essere figlio di uno del clan dei protettori delle nife)con le inevitabili stra mega pippe mentali che ne conseguiranno.

 

Considerazioni:
Quando facendo zapping ti fermi su sky uno e vedi un finlandese ossigenato che fa mosse di kung fu da solo in una stanza pensi “mmmm…”, poi viene minacciato con una siringa sulle palle ( si proprio li)e parte un flashback dove si trova in Italia del 1800 e dice “alla prossima luna piena feconderò il tuo utero”, sai già che sarai “condannata” dalla tua sete di brutto a vederti tutta la serie per capire fin dove si può spingere il trash.
Non sono gli americani, neanche gli inglesi, e non c’è lo zampino nemmeno del made in Italy, no, questa perla ci è stata donata dalla Finlandia, vampiri, licantropi e zombie gli fanno una sega ai finlandesi, loro c’hanno le ninfe strappone e i satiri con tanto di corna e lenti a contatto rosse.Non so davvero da dove cominciare, parlando di ninfe su 45 minuti di puntata 20 so di accoppiamenti vari ed eventuali,10 di flashback e il resto pippe mentali a nastro, la protagonista è vestita di veli di cipolla anche a -40°, tutte donne bellissime e gli uomini? dei veri cessi, quindi non si capisce bene il target: -trama per le donne e parte sexy per gli uomini?
La sceneggiatura c’ha scene che saltano di palo in frasca e la trama di conseguenza, quindi spesso non è ben chiaro chi fa cosa e perchè la stia facendo, per non parlare delle battute comiche (non volute) dei personaggi; potresti tamponare una macchina e ritrovarti con tre satiri che ti menano, trovare un poster da parrucchiere in una sala riunioni, gente armata di femori appuntiti, scoprire che sei figlio dei guardiani delle ninfe e sei stato in Grecia nell’unica isola dove cresce l’albero con cui fare i dardi che stordiscono i satiri e cosi via….

Le cose da raccontare sono davvero troppe, il consiglio? se vi volete fare du risate vedetevelo perchè merita, consapevoli però del fatto che state vedendo una serie che fa cacare ^^”.

Giungono dal Nord preoccupanti notizie, pare che stiano già producendo la seconda stagione, che forse ci faranno un film e che già stanno scrivendo dei romanzi, insomma purtroppo per noi non penso che ce ne libereremo presto.

 

 

“Consigliato alle “Nymphsomani””

Trailer:

sagashiftyblow

La spada della verita’

Cafoneria Divertimento
★★★☆☆ ★★★☆☆
Titolo originale: La spada della verità
Regia: Sam Raimi
Cast:
  • Craig Horner: Richard Cypher
  • Bridget Regan: Kahlan Amnell
  • Bruce Spence: Zeddicus Zu’l Zorander
  • Tabrett Bethell: Cara Mason
  • Craig Parker: Darken Rahl
Numero stagioni: 2
Stato: Cancellata
Nazionalità: America
Anno: 2008-2010
Frase della serie: “C’è solo una cosa al mondo che può aiutarci!”
Trama:
Nel seguito si invitano gli utenti a partecipare a un simpatico gioco: contare quante volte viene detto “l’unico” o “il più potente”!

Tratta da un ciclo di romanzi fantasy di Terry Gookind, questa serie segue la storia di Richard Cypher, povero guardaboschi, che viene coinvolto dalla più potente (spoilerino: diventerà in un certo senso l’unica) delle sacerdotesse, Kahlan Amnell, e dal più potente dei maghi, Zeddicus Zu’l Zorander, in una lunga e estenuante cerca volta a salvare il mondo dal più potente mago malvagio, Darken Rahl.

Kahlan ha il potere della Confessione: è in grado di vincolare, in modo definitivo, gli uomini a lei, in un legame che sta a metà tra l’amore più profondo e la schiavitù mentale. Questo gli concede di perseguire lo scopo suo e delle accolite del suo stesso ordine di sacerdotesse, cioè trovare la verità.Zedd, bhe… spara palle di fuoco, che sono ottime in qualsiasi universo fantasy!

Richard si trova bene presto trasformato da semplice tagliaboschi al più potente e, ovviamente, unico Cercatore della Verità, il detentore dell’unica magica Spada della Verità destinato (più e più volte) a salvare il mondo.

Considerazioni:
La serie, a mio parere, è fatta relativamente bene per essere una serie fantasy senza pretese, perlomeno a livello tecnico. Il problema vero sta nella storia, che non so dirvi quando si discosti dall’originale poichè non ho ancora potuto leggere nessuno degli 11 libri della saga.

In generale, non è male, ma concentriamoci sugli aspetti cafo…

Sembra di fare ogni puntata un tuffo negli anni ottanta di Yattaman, per chi conosce questo fantastico (ma carente di trama) cartone giapponese. Ogni episodio (o gruppo di episodi) segue lo stesso identico scheletro di trama, non molto differente dal minaccia-botte-sconfitta dei buoni-robot sorpresa della settimana-vittoria dei buoni- yattapaaanda!king!! dello Yattaman di cui sopra. I nostri eroi, potentissimi e unici nel loro genere, si trovano a dover affrontare un pericolo/nemico/artefatto unico nel suo genere e la cui sconfitta si può ottenere solo e soltanto con quell’unico artefatto/oggetto magico/conoscenza che è andato perduto negli eoni e di cui nessuno ha più notizia da un tempo immemorabile. Potete tranquillamente far partire il cronometro del vostro forno elettrico: prima che sia pronto il ciambellone, l’unico-introvabile-esoterico oggetto di cui necessitano sarà stato localizzato e forse addirittura già trovato.
Ordunque… o nel loro specifico mondo ci sono solo avventurieri/maghi/sacerdoti/vattelapesca veramente (ma veramente!) distratti, al punto che per fare diventare un barattolo di simmenthal un oggetto mistico e introvabile basta nasconderlo sotto il proprio materasso, oppure c’è qualcosa di fondo che non va nella storia.
Dopo la quarta-quinta volta che Zedd alza il ditino indice dicendo “C’è un solo modo per *aggiungi situazione pericolosa da affrontare*” la situazione comincia a essere pressochè esilarante.
Un’abile variante di ciò è quello che succede ogni volta che i personaggi parlano di qualcosa di impossibile. Se qualcuno ha parlato di qualcosa di unico, mai successo nell’intera storia del mondo, e che mai (e poi mai! giurin giurello, incrociamo i mignoli!) potrà accadere… mettetevi comodi, è solo per avvertirvi che succederà entro un paio di puntate.Vi dirò. Nonostante questo, la serie è godibile, ma non più di una puntata dello Yattaman, di cui sopra. Se non ti aspetti molto di più di una puntata di Hercules o di Xena, puoi persino godertelo. Un modo come un altro per buttare 42 minuti di vita ogni tanto, ma da cancellare dall’hard disk dopo la prima visione. Se l’hai visto una volta non lo farai mai più.
La serie è stata barbaramente cancellata dopo la seconda stagione. Ci uniamo con le migliori speranze ai vari gruppi come questo (http://www.saveourseeker.com/) che chiedono a gran voce una terza stagione, e intanto passiamo il tempo con Game Of Thrones.

Ps: Sam Raimi, che mi combini??

 

“Consigliato a chi possiede l’unico artefatto al mondo che può aiutarci! “

Trailer:

Vita Persa

Giorni Ore Minuti
6 1 29

CafoFan

Amici

Meta