cater

Le scimmie assassine

Cafoneria Divertimento
★★☆☆☆ ★★★★☆

Titolo originale: Bloodmonkey
Regia: Robert Young
Durata: 1h30
Nazionalità: Thailandia 2007

Frase del film:…la pioggia è urina..

 

Trama:

Questa volta la giungla è thailandese e non indiana ma l’ambient del film, e anche il livello degli attori, è lo stesso di caccia al ragno assassino.
Il film inizia con alcuni studiosi che pensano d’aver trovato la scimmia più figa del mondo, che non è molto contenta dell’ intrusione e decide di massacrare tutti. Sfortuna vuole che il professor Hamilton non sia li a morire con loro, e che, non contento dell’accaduto, decida di proseguire la ricerca. Ad un certo punto un gruppetto di studenti lo raggiunge all’interno della giungla (nonostante la guida a una certa decida di lasciarli a buffo e tornarsene indietro) e da li insieme al professore e alla sua assistente vanno in una presunta valle inesplorata (con tanto di campo già montato e zaini) e il primo idiota ruzzola disotto e si sloga una caviglia (come abbia fatto non è ben chiaro). La seconda idiota è la troietta di turno che esce per andare a fare pipì e finisce con la faccia mangiata da una scimmia (il tutto perchè l’assistente senza un apparente valido motivo decide di tirarla in un fiume con un calcio volante). L’idiota n°3 è l’idiota n°1, il coglionazzo dalle idee brillanti, che dopo che si sono accampati per la notte e che i gorilla li hanno presi a sistolate di piscio sulle tende (per marchiare le proprie vittime =,=), mette un piede fuori e goodbye topolino; seguito poi dall’ assistente bastarda che spara e pesta la gente a caso, e dal palestrato “immortale”, rispettivamente caffè e ammazzacaffè dei gorilloni. In tutto questo marasma, in cui l’isteria e le “brillanti idee” la fanno da padrone, escono fuori braccialetti localizzatori attaccati a braccia con trappole impalanti,la solita stronza con la telecamera indistruttibile, e pezzi di stoffa che scompaiono e riappaiono dove? Davanti all’ingresso di una cavera, e gli unici due sopravvissuti che fanno? Entrano ovviamente! É chiaro quale sarà il finale ^^.

 

 

La cosa che salta all’occhio in questo film sono le scimmie….se ne intravede mezza, più un teschio ” il volume sembra uguale al nostro, ma il nostro è 1200 cc questo sarà almeno 1800″…(e sti ca**i), di loro si capisce che sono più intelligenti di ogni rappresentante la razza umana nel film (ma ci voleva poco), vedono il mondo di un colore diverso dal nostro e da come urinano devono essere particolarmente dotate 🙂
Al limite dell’assurdo è il professore, che non crede nemmeno lui a tutte le cazzate che dice, ma non si sa bene come poi la gente gli va dietro. Una tra le svariate chicche di questo film si ha sul finale quando al buio la ragazza decide di usare il filtro notturno della famigerata telecamera per vedere cosa li circonda, e quello che si mette ad esplorare secondo voi chi è? Il ragazzo senza la telecamera!! ma non è finita qui, quando lei si sente sfiorata da qualcosa, il ragazzo prende la telecamera e Lei grida guardando qualcosa che è alle sue spalle e che ovviamente non vede =.=.

Se ne consiglia la visione con pop corn e birretta 🙂

 

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter
elfflames

Darkhunters

DarkHunters

Cafoneria Divertimento
★★★★☆ ★★★★☆

Titolo originale: DARKHUNTERS
Regia:  Johannes Roberts
Cast: Dominique Pinon, Susan Paterno, Dan Van Husen, Jeff Fahey
Durata:  82 min (di paura…)
Nazionalità: Gran Bretagna 2004
Frase del film: “Gatti

Trama:
Charles Jackson (Dominique Pinon) è morto ma non se ne è accorto, vagando per le strade della sua cittadina scopre che nessuno è capace di vederlo tranne i gatti e una psicologa Carol Miller (Susan Paterno).
Sembrerebbe che il povero Charles sia intrappolato in questa realtà e non riesca a “passare oltre”, viene aiutato nel passaggio proprio da Carol la psicologa medium, insieme dovranno però fare i conti con i darkhunters, cacciatori in cerca di anime per il mercato nero.

Considerazioni:
Posso affermare che questo film è degno del titolo “Cafolavoro” tralasciando la trama che potrebbe essere al limite dell’interessante ma mi viene da pensare, cosa cavolo si erano pippati il regista e lo sceneggiatore quando hanno iniziato a girare il film? Secondo me hanno speso tutto il budget per scritturare Pinon e qualche altro attore pseudo famoso (Jeff Fahey “il tagliaerbe”, “lost”) per il resto è veramente girato con 5 milalire (2,5 euro circa). Per non parlare poi della mania o pulsione del regista per i gatti, OVUNQUE e SEMPRE filmati per sequenze eterne… infatti noi abbiamo ribattezzato il film “più gatto”.
Passiamo poi al cattivone di turno… un tipo incappucciato con un effetto speciale stile fiamme di megalopoli (megalomen?) in faccia, veramente ridicolo… emblematica la scena nella quale il cameramen visibilmente in preda di un raptus di vertigine, gira attorno al “darkhunters” ovviamente non lesinando tempo… Dire che il film è lento è riduttivo degli 82 minuti dichiarati posso dire che 5 minuti vanno per i titoli (iniziali e di coda) una mezzoretta per la storia e poi il resto sono GATTI A GOGO, veramente insostenibile. Non aspettatevi neanche scene splatter come magari un film del genere a basso costo può presagire, tranne un paio di scene il film rimane nel filone pseudo horro e nulla più.

“Consigliato ai felinofili incalliti!”

Trailer:

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter
cater

E mori’ con un felafel in mano

e morì con un felafel in mano


Cafoneria Divertimento
★★★★☆ ★★½☆☆


Titolo originale
: He died whith a felafel in his hand
Regia: Richard Lowenstein
Durata: 107 min
Nazionalità: Australia 2001
Frase del film : “è adesso non saprà mai qual’è la prima in classifica.”

Trama:

Se c’è una trama in questo film io devo ancora capire qual’è ^^ cmq… il film parla di un tizio, Danny, una specie di scrittore che alla sua 49esima esperienza di convivenza trova il coinquilino drogatone morto davanti al televisore con un felafel in mano. La scena poi passa a mesi prima dove si susseguono convivenze diverse, coinquilini allucinanti, situazioni al limite dell’assurdo, con poliziotti che sparano a caso, lesbiche non lesbiche o forse si,uno che fa outing e poi fa l’isterico perchè a nessuno gliene frega niente, case distrutte, riti strani, buffi da pagare (che non si sa bene perchè deve pagare lui), fino a arrivare al “funerale” del drogatone dove si rivedono più o meno tutti.

 

Probabilmente qualcuno m’infamerà perchè riterrà questo film geniale e interpretato meravigliosamente, io di cinema ci capisco poco probabilmente (tanto più che ho scoperto essere tratto da un libro O,o ), ma per me questo film è una cagata allucinante che mi ha privato di una pennichella domenicale, e che non ho smesso di vedere dopo i primi 10 minuti perchè volevo vedere dove andava a parare. Errore gravissimo…..

 

Linco qui le frasi celebri del film ^^ : http://it.wikiquote.org/wiki/E_mor%C3%AC_con_un_felafel_in_mano

Consigliato agli insonni.

Trailer:

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter
cater

Legion

Legion - Film

Cafoneria Divertimento
★★★★☆ ★★☆☆☆

Titolo originale: Legion
Regia: Scott Stewart
Durata: 100 minuti
Nazionalità: Usa 2010

Trama: forviante
Dio s’è stufato degli uomini e invece del diluvio stavolta decide di mandare come punizione gli angeli, capitanati ovviamente dall’arcangelo Gabriele (interpretato dal quello che faceva il militare stronzo a Lost [Kevin Durand]), che impossessandosi degli uomini li fanno diventare tipo aggressive zombie. Ad opporsi a questa sorta di apocalisse c’è l’arcangelo Michele (attore del codice da vinci e di priest [Paul Bettany]) convinto che l’umanità vada salvata. Il film si svolge quasi tutto in una tavola calda nel deserto dove assediati da un numero non calcolabile di simil zombie, si sono barricati Michele e altri sopravvissuti, per proteggere una donna incinta che porta in grembo il nuovo messia, praticamente lo scopo è non farla morire, perchè se lei partorirà l’umanità sarà redenta e l’apocalisse rimandata a data da destinarsi.

Nonostante ci siano sparatorie, squartamenti e esplosioni a volontà questo film è una palla allucinante! É lento da morire, con dialoghi che si contano sulle dita, e menomale, perchè quei pochi che ci sono riescono a essere pallosi. Succede tutto nei primi 20 minuti poi un piattume storico che dà sonnolenza, per risvegliarti un attimo sul finale con la lotta tra gli angeli per finire poi un pò così…a cazzo di cane diciamo.

Il momento più vivo del film è quello della vecchina, che è stato prontamente messo nel trailer, e anche il gelataio è fatto ganzo.

Questo per me è un cafolavoro doc, perchè sembra un filmone, trailer montato alla perfezione, trama interessante (ricordo che quando l’abbiamo visionato non era una serata cafolavoro ) poi lo guardi..e i commenti vanno dal “madonna che palle” al “bella merda” ,cosa puoi volere di più da un cafolavoro!? ^^”

Consigliato ai cattolici e non!

Trailer:

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter
cater

Bitch Slap-Le Superdotate

Bitch Slap - Recensione

Cafoneria Divertimento
★★★☆☆ ★★½☆☆

Titolo originale: Bitch Slap
Regia: Rick Jacobson
Durata: troppo (109 min)
Nazionalità: Usa 2011

Frase del film: “sono un fan del tuo culo”

Trama:
Tre tettone lesbo(chi più chi meno), rispettivamente la dipendente di Hercules, la spogliarellista di Yolao e la compagna di convento di Olimpia e Xeena, alla ricerca di diamanti, armi di distruzioni di massa e spade nel deserto, che scavano buche,si tirano acqua addosso, si insultano, si pestano e si fanno pestare, con contorno di macchine, armi e coglionazzi (sono un fan del tuo culo =.=). Chi è pinky??? La uno, la due o la tre…?

 

Odio profondo per chi mi ha costretta a vedere questo film…..mi chiedo come sia possibile che sia stato proiettato al cinema.

Un film DEPRECABILE, per giunta di una lentezza infinita, dove gli “o mio dio” ,“no vi prego questa risparmiatemela” ,“ma stiamo scherzando”, “ma perchè!?” e gli “io vi odio” si sono sprecati. Va bene che le premesse erano quelle che erano, ma una boiata così no!

Evitando di soffermarmi sulle parti lesbo, dita magiche, tette in gola, e gonne raso pelo (quindi circa l’ 80%del film), sono sufficienti il budget di du lire, gli attori presi da Hercules e Xeena, le macchine che esplodono e l’isterica di turno che ne esce completamente illesa, e il corpo cosparso di benzina e l’unica cosa che si brucia cos’è? Il vestito!, a tenervi ben alla larga da questo film.

Consigliato agli adolescenti in tempesta ormonale, tette e culi a volontà.

Trailer:

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter

Vita Persa

Giorni Ore Minuti
6 1 29

CafoFan

Amici

Meta