Articoli marcati con tag ‘El dia de la bestia’

elfflames

El dia de la bestia

El dia de la bestia

Cafoneria Divertimento
★★☆☆☆ ★★★★½

Titolo originale: El dia de la bestia
Regia: Alex De la Iglesia
Cast:
Alex Angulo, Armando De Razza, Santiago Segura, Terele Pavez, Maria Grazia Cucinotta, Gianni Ippoliti
Durata:  104 min
Nazionalità: Spagna 1995
Frase del film: “Fuoorte…”

Trama:
Padre Angel Berriartua è un prete e un docente di teologia che, tramite studi e teorie sul libro dell’apocalisse di Giovanni, crede che il 25 dicembre (di li a pochi giorni) nascerà l’anticristo che porterà alla fine del mondo.
Convinto di ciò, il nostro, inizia a viaggiare commettendo ogni tipo di crimine/cattiva azione pur di entrare nelle grazie del demonio e sapere dove rintracciare il nascituro anticristo e “matarlo” salvando così l’intero mondo… Verrà aiutato nello scopo da un metallaro (José Maria) e da un ciarlatano televisivo (il professor Cavan).

Considerazioni:
Premetto che di per se il film è un “Cafolavoro” si ma neanche troppo… nel senso che già dai primi minuti si capisce che è l’intento del regista è fare un film cafone, quindi non è la classica pellicola dove uno può dire “mi aspettavo un’altra cosaNO questo E’ un film che nasce come cafolavoro e non vuole vendere altro!
Detto questo posso dire che la premessa funziona per il 70% del film che effettivamente mi è piaciuto! Il ritmo c’è, e i 100 e passa minuti vengono diluiti piuttosto bene, gli attori e i personaggi sono ben caratterizzati specialmente il metallaro Josè Maria e padre Angel (commento speciale va al Nonno di Josè veramente geniale), la storia è simpatica (quasi tutta) e il girato nel complesso è buono nonostante è palese che il film è un low-budget. Ora voi mi direte “Embè nessuna critica? Allora è un bel film!” e invece col cavolo! Vi spiego il perchè, fondamentalmente a me va bene tutto (o quasi) e miscelare una storia partita come un horror satanico e portata avanti sul grottesco/comico con spruzzate di “non senso” mi sta benissimo, però se poi dentro mi ci metti la morale e la critica sociale bhe allora non mi sta più bene… i due temi diciamo “seri” sono lo sciacallaggio mediatico e la discriminazione sociale che sfocia nella violenza… e purtroppo questi due temi che all’inizio sono marginali, e potrebbero collimare con il resto, andranno man mano a pesare sempre di più sul film finendo per sconvolgerlo nel finale e compromettendolo totalmente nella storia fino ad allora raccontata.
Concludendo posso dire che è un peccato, perchè il film meritava e poteva essere un buon compromesso tra tema ironico e il tema satanico e dove il primo si prende gioco del secondo.

p.s.
Nel cast figura una giovane e prosperosa Maria Grazia Cucinotta ed un improbabile Gianni Ippoliti i quali fanno il loro sporco lavoro… cioè interpretano se stessi all’epoca

“Consigliato agli adoratori della bestia, ma solo quelli simpatici”

Trailer:

Vita Persa

Giorni Ore Minuti
6 1 29

CafoFan

Amici

Meta