Articoli marcati con tag ‘Pacific Rim’

elfflames

Atlantic Rim

Atlantic Rim

Cafoneria Divertimento
★★★★★ ★★★½☆
Titolo originale: Atlantic Rim
Regia: Jared Cohn
Cast: Graham Greene, David Chokachi, Jackie Moore, Treach
Durata: 85 min
Nazionalità: Stati Uniti d’America, Regno Unito
Anno: 2013
Frase del film: “Chi è lo stronzo adesso!”

 

Trama:
Tre Robottoni guidati da tre “Power Ranger” cercano di capire il motivo per il quale una piattaforma petrolifera è affondata nel Golfo del Messico, la causa è un Mostrone brutto e cattivo che insieme ad un suo simpatico compagno seminano il panico lungo le rive ammmmmericane.
Go Go power Robottoni!!!!
Considerazioni:
Visto poco prima della disdetta di Sky Cinema (benvenuto Netflix) è stata l’ultima perla che Sky Max mi ha donato, una vera gemma marrone incastonata in una tazza del cesso!

Sguardi IntelligentiMa andiamo con ordine, dico subito che questo film è di produzione “The Asylum” è quindi sinonimo di Cafolavoro di alta qualità, gli effetti visivi sono piuttosto discutibili ma potevo anche aspettarmi di peggio da loro, infatti il comparto “grafico” non è assolutamente la cosa peggiore del film, il problema più grande sono gli attori e soprattutto la sceneggiatura…

Per il primo punto c’è poco da dire attori cani che si esprimono con facce aventi espressioni eccessive (tipo Barbara D’Urso) e dato che i Robottoni sono guidati dall’interno tramite dei cerchietti iper tecnologici che i nostri eroi indossano, questi ultimi sono destinati a soffrire quando i giganti meccanici vengono colpiti (neanche Tekkaman col filo spinato), questa cosa crea espressività veramente esilaranti ed anche il doppiaggio non aiuta in questo con gemiti e mugolii degni di un pornazzo.

AttoroniIl Secondo punto (la sceneggiatura) è veramente la cosa più allucinante del film! Buchi narrativi ovunque, della serie perchè esistono tre mega robottoni se non esiste una reale necessità? C’è una guerra in corso? Li usano per lavorare nello spazio? Perchèèè? I mostri non sono ancora usciti, sono la prima volta che si vedono! Non mi stai spiegando un cappio, ora, appurato il fatto che i mostri esistono adesso sai come usare  queste tre macchine in modo utile, ed invece no c’è sempre il soldato stronzo che vuole sparare bombe atomiche a nastro su città densamente popolate olèèè!

Sta di fatto che la trama prosegue con stereotipi da film action classico, come love story tra due protagonisti, i “nostri” prima perdono poi tornano e vincono, i militari sono tutti stupidi tranne uno e il protagonista è sempre quello vestito di rosso.

MartelloniParliamo ora del “Design” dei Robot, bhe tutti e tre sono praticamente identici tranne il colore e ci posso anche stare, la cosa che li differenzia sono le armi, parliamo di spada (ok), ascia (mhh ci può stare) e MARTELLONE! Coosa? ma dove cazzo lo teneva sto coso? sembra il martello dei clown è veramente brutto, vabè che sono cresciuto a Pane e Mazinga ma un po di coerenza si può avere? E comunque indovinate che ce l’ha? Il robot verde, guidato dal Power Ranger verde che solitamente è lo sfigato…

 

Tirando le somme questa pellicola è degna di nota solamente per la quantità di stronzate che vedrete a schermo, alcune fanno molto ridere altre fanno solamente rabbia, la The Asylum cavalca sempre l’onda dei mega blockbuster come in questo caso Pacific Rim, ma invece di farla passare come una cosa seria a sto punto buttala nel trash e nell’incoerente no? Aspettate un attimo forse ci sono riusciti…

“Consigliato a chi risolve tutto con le BOOOMBEEE NUCLEARIIII”

Trailer:

elfflames

Pacific Rim

pacific-rim-poster-image

Cafoneria Divertimento
★★★★☆ ★★★☆☆

 

Titolo originale: Pacific Rim
Regia: Guillermo del Toro
Cast: Charlie Hunnam, Idris Elba, Rinko Kikuchi, Charlie Day, Ron Perlman, Heather Doerksen, Ellen McLain
Durata: 131 min
Nazionalità: USA
Anno: 2013
Frase del film: “Primo: non mi tocchi; Secondo: non mi tocchi!”

 

Trama:
In un futuro prossimo la terra viene messa a ferro e fuoco da dei mostri alieni emersi dagli oceani tramite una frattura spazio temporale, gli alieni in questione vengono chiamati Kaiju, l’intera razza umana quindi si unisce per creare enormi robot antropomorfi chiamati Jaegers tramite i quali la battaglia per la terra torna in equilibrio. Ma le cose stanno per cambiare…
Considerazioni:
Avevo un hype molto alto per questo film… vedere un action movie tra mega robottoni contro mega mostri alieni è il sogno di ogni bambino degli anni 80 cresciuto tra merendine e cartoni giapponesi! Dove Mazinga, Dytan 3, Godzilla hanno fatto scuola e poi continuando nell’adolescenza con Evangelion, Gundam, Escaflowne.
Quindi la visione del trailer di Pacific Rim mi fece schizzare gli occhi dalle orbite, in più la regia di Guillermo del Toro mi gasò ancora di più.

Entro quindi in sala con aspettative a mille, il film inizia ed è quello che volevo, pochi preamboli e subito un combattimento tra mostrone e robottone! Penso “non sarà un film psicologico/pippe mentali stile Evangelion, ma mi frega poco se i combattimenti sono cosi cazzuti!”. Purtroppo però canto vittoria troppo presto e dopo una partenza col boto mi vengono propinati circa 30 minuti dove ci presentano i personaggi e una quantità di stereotipi “american style” che farebbe invidia anche ai più beceri action movie anni 80… mi ritrovo presto a sbadigliare… complice anche una trama piuttosto scontata.

Calcolando che nei 5 bellissimi minuti iniziali ci spiegano praticamente tutto su Kaiju e Jaegers tutto il resto è incentrato su i rapporti interpersonali tra i protagonisti, che se fatto bene sarebbe anche una cosa piacevole ma purtroppo sembra tutto scontato e già visto. Senza dilungarmi nella descrizione dei personaggi abbiamo: Il Serio/L’Onorevole/La Ragazza Problematica/L’Antipatico/Il Pazzo/Il Preciso non essendoci poi la controparte antagonistica umana non abbiamo altro da analizzare, i nemici sono mostri alieni che hanno un fine molto scontato, anche se con il proseguio della trama ci vengono date motivazioni piuttosto discutibili da far partire una serie di “seeeeee vabèèèèè” da parte del pubblico pagante.

Fortunatamente da metà film in poi la pellicola si tira su e i combattimenti tornano protagonisti, anche qui nella formula pluri premiata de “Combattiamo, Perdiamo, Ci alleniamo, Combattiamo di nuovo, Vinciamo” in perfetto stile Dragon Ball dove arriva sempre il nemico più forte ma alla fine dopo dei sacrifici il Goku di turno vince.

Non parlo della prestazione degli attori, praticamente standard per questo genere, invece gran bel lavoro in ambito effetti speciali e sceneggiature delle parti di combattimento, l’integrazione tra reale e virtuale è reso molto bene e sembra proprio che alieni e robot siano credibili all’interno di uno scenario cittadino dove grattacieli e veicoli vengono fatti a pezzi, epica poi la scena dove Gipsy Danger (il Jaeger protagonista) impugna una petroliera e bastona il Kaiju di turno.

In finale mi sarei aspettato un po di più da questa pellicola sia come amante dello “spacco tutto in stile cafone” sia come “mi vedo evangelion perchè amo le pippe mentali” diciamo che hanno fatto un mix tra blockbuster e fan film per accontentare tutti, della serie “una botta al cerchio e una alla botte“.

 

“Consigliato a chi pensa che i muri siano la soluzione migliore”

Trailer:

Vita Persa

Giorni Ore Minuti
6 1 29

CafoFan

Amici

Meta