Articoli marcati con tag ‘supereroi’

elfflames

Power Rangers

Cafoneria Divertimento
★★★☆☆ ★★★½☆

 

Titolo originale: Power Rangers
Regia: Dean Israelite
Cast: Dacre Montgomery, Naomi Scott, RJ Cyler, Becky G, Ludi Lin, Bryan Cranston, Elizabeth Banks
Durata: 127 min
Nazionalità: Stati Uniti d’America, Canada
Anno: 2017
Frase del film: “Go Go Power Rangers”

 

Trama:
Milioni di anni fa, per difendere il Cristallo Zeo fonte di vita sulla terra, un gruppo di “Rangers” combatte contro la traditrice Rita Repulsa (Elizabeth Banks). Purtroppo le cose vanno male e il Leader morente dei combattenti decide di nascondere le Monete del Potere utili per diventare Rangers e di bombardare con un meteorite la terra in modo da non far cadere nelle mani di Repulsa il prezioso cristallo.
Oggi Cinque ragazzi di Angel Grove trovano le Monete del Potere e i Rangers tornano a difendere la terra!

 

Considerazioni:
Convinto da un mio amico ci rechiamo al cinema di periferia più vicino con le nostre rispettive mogli, sinceramente aspettandomi un cafolavoro in piena regola con cartoni in faccia e pizze volanti, ed invece mi sbagliavo.

 

Power Rangers risulta essere un discreto film, non stiamo parlando di un capolavoro intendiamoci, ma un film che intrattiene, forse un po lungo in alcune parti, ma che comunque scorre via piuttosto bene. Tornando alla sala mi aspettavo un’affluenza più bambinesca e forse dato l’orario (19:00) in sala scruto una maggioranza di over 30 fomentati.
Parlando della pellicola posso dire che è un mix di scene cazzone tipiche della serie tv come ad esempio la ripresa dal basso durante la trasformazione del Goldar (il mostro), la corsa degli Zord ed altre piccole chicche che chi a visto la serie ricorda, ed a dialoghi più o meno seri dei personaggi che qui vengono caratterizzati un po meglio rispetto alla versione TV. Qui infatti ci vengono raccontati i problemi dei Ranger, visti però come adolescenti, e come insieme grazie all’amicizia e allo spirito di gruppo che durante il film si va ad instaurare riescono a risolvere, siamo chiari eh nulla di già visto ma che applicato su questo brand da un po di spessore al tutto.

 

La parte recitativa è “normale” nel senso che tutti fanno la propria parte, da sottolineare la presenza di Bryan Cranston (Walter White – Breaking Bad) nelle fattezze digitali e vocali di Zordon, piccola curiosità anche nella serie TV Cranston doppiava il simpatico faccione di Zordon.
Per quanto riguarda gli effetti visivi bhe ampio uso della CGI di discreto livello nulla di particolare, mi sono piaciuti poco sia Goldar il mostro creato da Rita Repulsa che il Megazord (l’unione di tutti gli Zord) forse troppo antropomorfo per i miei gusti, buona invece la scena iniziale ambientata nel cenozoico e il design delle nuove tute dei Rangers.

 

La sceneggiatura non è nulla di nuovo ma comunque ben scritta per un film del genere, la regia enfatizza piuttosto bene le parti introspettive dei personaggi girate di notte o comunque con toni freddi, mentre nelle scene più divertenti e di botte le luci sono sparate a mille.

Tutto sommato un film godibile dove, magari, un ragazzino potrebbe rispecchiarsi nelle problematiche proposte, un adulto invece può farsi quattro risate e ripensare a quando da bambino si divertiva davanti alla TV gridando “GO GO Power Rangeeeeer”

 

“Consigliato agli over 30 nostalgici”

Trailer:

elfflames

Tartarughe Ninja

Cafoneria Divertimento
★★★☆☆ ★★☆☆☆

 

Titolo originale: Teenage Mutant Ninja Turtles
Regia: Jonathan Liebesman
Cast: Pete Ploszek, Noel Fisher, Jeremy Howard, Alan Ritchson, Megan Fox, Danny Woodburn, William Fichtner, Minae Noji, Will Arnett, Whoopi Goldberg
Durata: 101 min
Nazionalità: USA
Anno: 2014
Frase del film: “Frase”

 

Trama:
A New York un gruppo organizzato di criminali, chiamati Clan del Piede e guidati dal malvagio Shredder, crea scompiglio e terrore palesemente sotto l’occhio indifferente delle autorità. Solamente April O’Neil, una giornalista di Channel 6, cerca di indagare per scoprire cosa c’è dietro al Clan.
Una sera mentre indaga sulle malefatte del Piede si imbatte in quattro eroi che si oppongono e combattono quotidianamente le ingiustizie. Riusciranno insieme a portare la giustizia a New York?
Considerazioni:
Sinceramente alla notizia della messa in produzione di “Tartarughe ninja 2014” ho provato sensazioni contrastanti, da una parte pensai “un altro remake… basta… non distruggete ancora i bei ricordi infantili che mi rimangono, non ce ne è bisogno” dall’altra parte pensai “hooo miooo diooo un mito della mia infanzia sul grande schermo! Come nel lontano 1990” dei due pensieri vinse palesemente il secondo, dato che immediatamente mi tornarono in mente una valanga di ricordi da 12enne spensierato, specialmente quello ancora fisso nella memoria riguardante la visione al cinema della pellicola del 90 insieme al mio migliore amico (ancora oggi) ed accompagnati da sua madre.TMNT alla riscossa

Quindi decisione presa, si va al cinema a vedere il remake… purtroppo però ovviamente le sensazioni di un 12enne non possono essere le stesse di un 35enne infatti il film risulta molto banale come storia, come dialoghi e come sceneggiatura si capisce subito cosa c’è dietro e il target che la produzione a voluto prendere.
Il film infatti è palesemente dedicato ai bambini come lo era quello del 90 quindi molto infantile dalle battute stupide e dagli stereotipi classici, non c’è nulla di adulto ed infatti la pellicola mi è passata attraverso senza lasciarmi nulla dato che non riesco ormai più a calarmi nel mood di 20 e passa anni fa.

Alla fine posso solamente elogiare gli effetti speciali, su tutti le animazioni ed il rendering di Splinter, veramente fatto bene e credibile.

Probabilmente questa recensione avrebbe dovuta farla un adolescente di oggi per capire se nel corso di tanto tempo un film del genere può ancora riscuotere successo tra i giovani.

 

“Consigliato ai chimici appassionati di pizza”

Trailer:

cater

Lightspeed

 

Lightspeed

Cafoneria Divertimento
★★★★★ ★★☆☆☆

 

Titolo originale: Lightspeed
Regia: Don E. FauntLeRoy
Cast: Jason Connery, Nicole Eggert, Daniel Goddard, Lee Majors
Durata: 90 min
Nazionalità: Usa
Anno: 2006
Frase del film: “voglio quella”

 

Trama:
Dopo un’incidente e una lampadata di radiazioni l’agente Daniel Leight si ritrova con un superpotere: correre velocissimo. Decide allora di munirsi di supertutina (=.=) per fermare il cattivo di turno Phyton, nonchè Edward ex amico, mezzo uomo e mezzo serpente (più o meno indicativamente).

 

Considerazioni:
Anno 2006??? Ehm ci deve essere un errore…Va bene che è un film creato per la televisione, ma se lo facevano negli anni ottanta veniva meglio..
Comunque la storia è la classica trama alla Stan Lee, lo scienziato che vuole salvare la sorella sfigurata sperimentando con la pelle di serpente, i fondi che vengono tagliati,la sorella che muore e allora decidiamo di sperimentare su noi stessi e voilà: ecco fatto un cattivone serpentoide; per l’eroe invece prendiamo un agente federale, condiamolo con un pò di radiazioni,una tutina da bobbista, un pò di gatorade e la bella di turno.
Il vero problema sta nella realizzazione del film, cioè è impossibile non rimanere un’attimo stupiti, poi increduli per poi scoppiare a ridere di cuore quando Lightspeed inizia a correre, è inguardabile, per non parlare della tutina che nella locandina sembra fichissima ma nel film è ridicola; vogliamo parlare poi del serpentone gigante che ogni tanto deve farsi la doccia, col ghigno perenne e le proporzioni sbagliate…No via è un film senza senso di esistere nel 2006, non puoi nemmeno dire “dai però per l’epoca era fatto bene”, finisce diretto trai cafo e col pieno delle cacche.

 

 

“Consigliato a Flash”

Trailer:

Matt

Ghost Rider: Sprito di Vendetta

Cafoneria Divertimento
★★★★☆ ★★☆☆☆
Titolo originale: Ghost Rider: Spirit of Vengeance
Regia:Marl Neveldine e Brian Taylor
Cast: Nicolas Cage;  Johnny Whitworth; Ciarán Hinds; Violante Placido; Fergus Riordan; Idris Elba; Christopher Lambert
Durata: 95 min
Nazionalità: USA
Anno: 2012
Frase del film: “E se ti scappa la pipi mentre vai a fuoco?”

 

Trama:
Danny, figlio di Nadia una ragazza madre dell’est Europa, è destinato ad essere il nuovo anticristo. Un alcolizzato ma molto religioso motociclista, in combutta con due ordini monastici, cerca di tenerlo al sicuro. Quando la missione fallisce non possono che non chiamare il Ghost Rider per ottenere una giustizia così vicina alla vendetta da non poterle distinguere l’una dall’altra.
Considerazioni:
Difficile riuscire a rovinare un primo film che, nonostante non fosse un capolavoro, era riuscito ad avere un certo seguito … ebbene il secondo capitolo c’è proprio riuscito.Sorvoliamo, per amore dei lettori, su tutte le differenze tra la versione cinematografica e la storia originale, sorvoliamo anche sul fatto che, a parte Cage, non appare alcuno dei protagonisti della prima pellicola ed anche sul cambiamento drastico di location … a forza di sorvolare però viene da chiedersi: come mai è definito sequel? La domanda è destinata a non avere risposta!I flash back che rimandano al primo film sono decontestualizzati, narrano episodi completamente diversi da quelli che abbiamo visto, persino lo stesso Ghost Rider è diverso nell’abbigliamento, nella trasformazione della sua fidata motocicletta, ed il carattere del protagonista si è tramutato dal complesso uomo di giustizia un po’ sopra le righe ad un folle affetto da personalità multipla, al quale viene da consigliare un buon terapista.Il film sembra un enorme videogioco, con una trama che poteva essere decente se si fosse perso tempo a svilupparla con un minimo di originalità.

Ecco proprio la pecca del film, la completa ripetizione di stereotipi, dalle origini est-europee della protagonista femminile, dedita guarda caso a furti (dal portafoglio alle auto), ai sacerdoti, alcuni codardi alla Don Abbondio di Manzoni, altri talmente coraggiosi da uccidere i bambini, fino a raggiungere al solito personaggio di una differente etnia che alla fine … indovinate? muore!Se già il personaggio principale è privo di ogni attrazione possiamo immaginarci i comprimari:

– lo sconosciuto Fergus Riordan, il bambino, viene eletto personaggio del film, parla poco ed è questa la sua fortuna!

– Violante Placido, l’unica protagonista femminile, è espressiva come una siepe di pitosforo, nonostante il trucco da ragazzina sugli occhi (che ricorda un panda) ed il capello scuro volessero cercare di darle un tono. Niente! A sua discolpa possiamo dire che non ha potuto neanche beneficiare, come gli altri attori, di un doppiaggio italiano che, come spesso accade, alza di livello la recitazione … lei, povera, si è doppiata da sola! Direi che possiamo eleggerla la Katie Holmes italiana, per quella sua capacità interpretativa e quel suo sguardo ricco di … niente!

– con  Idris Elba si acquista un poco di interesse, con il contrasto delle lenti a contatto bianche indossate da un uomo afroamericano ( “avanguardia pura” direbbe Miranda Priestly del “Diavolo veste Prada”); per fortuna che il suo personaggio è alcolizzato, così il pubblico si ritrova a condividere almeno qualche interesse;

– concludiamo, tenetevi forte, con Christopher Lambert, nei panni di un supertatuato prete … perché di scontato non c’era già abbastanza in questo film indovinate cosa fa per metà dei suoi 5 minuti di apparizione sullo schermo? Beh, impugna una spadona con la quale cerca di decapitare qualcuno.

Sul finale del film, la pseudo danza, tra la maori degli All Blacks e quella di un gorilla che marca il territorio, lascia lo spettatore con quel senso di vuoto, lo stesso senso che lo ha accompagnato per tutto il film.

 

“Consigliato a chi preferisce guardare al cinema un semplice videogioco”

Trailer:

[

cater

Spawn

 

Cafoneria Divertimento
★★★☆☆ ½☆☆☆☆

Titolo originale: Spawn  (tratto dall’omonimo fumetto di  Todd McFarlane che non ho mai letto)
Regia: Mark A.Z Dippè
Cast:
 Michael Jai White, John Leguizamo, Martin Sheen, Theresa Randle, Nicol Williamson
Durata: 96 min
Nazionalità: Usa
Anno: 1997
Frase del film:  non me ne vengono in mente ^^

Trama:

All Simmons, killer professionista del governo americano, viene assassinato bruciato vivo dal suo capo Jason Wynn, e finisce all’inferno, dove stringe un patto col diavolo, Malebolgia, che lo vuole a capo del suo esercito di demoni per conquistare il mondo (dato diciamo che lui è stato l’assassino migliore). Simmons torna quindi sulla Terra dopo cinque anni nelle vesti di Spawn, completamente sfigurato, con tanto di armatura di necroplasma e poteri, incazzato nero per ovvi motivi ^^ (tra cui il fatto che la moglie s’è risposata con l’ ex amico Terry) e assetato di vendetta. Sulla terra Spawn viene affiancato da un demone clown (fastidioso abbestia) che gli spiega un po’ come funziona la vita da morto/risorto e lo fomenta nel suo scopo. Si susseguono quindi varie sparatorie, scontri tra “bene” e “male” , virus letali e dilemmi esistenziali, che ci porteranno fino al finale da “to be continued..”.

 

Premessa al commento:

“Amore cosa c’è stasera in televisione?”
“ ‘Spè che guardo sur giornaletto…”……. “ah anvedi c’è spawn…l’ ho visto ar cinema”
“Io non l ho mai visto.. com’è? Guardiamo quello?”
“ma siii..”

Considerazioni:

L’elemento di disturbo di questo film è il clown, dopo i primi 5 minuti vorresti poter entrare nel televisore e strozzarlo con le tue mani, è al limite della sopportazione e sfiga vuole che sia presente praticamente sempre. La storia non è un gran che, è tutto molto darkeggiante ma Spawn sembra messo li nel mezzo tra la vocina che gli dice “uccidilooo” e quella che gli dice “non lo fareee”, un po’ fiacco diciamo…e il film a parte gli istinti omicidi verso il clown risulta abbastanza noioso.

Per quanto riguarda gli effetti speciali il fatto che sia un film del ’97 non ne giustifica la scarserrima qualità, si salva solo l’equipaggiamento di spawn ,tuta decente e mantello fatto figo, l’inferno e i demoni..tremendi!! malebolgia sembra una lucertola un po’ più grossa con la cresta venuta male, è fatto meglio il demone del clown che anche quello è tutto un programma.. Incommentabile la spada che esce dal braccio di Cagliostro.

Sconsogliato a chi odia i clown

Trailer:

Vita Persa

Giorni Ore Minuti
6 1 29

CafoFan

Amici

Meta